1. È possibile avere lo stato degli insoluti di un Cliente?
    Lo stato dell’insolvenza del cliente è visualizzabile in www.sicomagenti.it, nella sezione Insoluti.
    Dopo aver selezionato la campagna di interesse, potrai evidenziare il dettaglio della commissione.
    Basta aprire la scheda anagrafica del cliente; l’informazione è visibile  nel riquadro Scadenze /Fatturazione, unitamente ai dati della fattura e alle scadenze di pagamento.
  2. È possibile sapere se un Cliente ha inviato disdetta /contestazione?
    L’informazione è desumibile in www.sicomagenti.it: basta aprire la scheda anagrafica del cliente e accedere al riquadro Dati Azienda – campo note; in questo campo è annotato  lo storico del cliente.
  3. Il cliente è stato sollecitato dal reparto per il mancato pagamento di una fattura? Se sì, quanti solleciti sono stati inviati?
    L’informazione è desumibile in www.sicomagenti.it: basta aprire la scheda anagrafica del cliente e accedere al riquadro Scadenze /Fatturazione. Troverai, in rosso, la dicitura Stato del Credito: il sollecito sarà codificato con una delle seguenti lettere J/A/B/C/D/R e relativa data di invio.
    Legenda:
    –          Stato del credito J: al cliente è stata inviata una semplice richiesta di verifica del pagamento
    –          Stato del credito A: parte dopo 15 gg della J; al cliente viene inviato il 1° sollecito di pagamento
    –          Stato del credito B: parte dopo 15 gg della A; al cliente viene inviato il 2° sollecito di pagamento
    –          Stato del credito C: parte dopo 15 gg della B; al cliente viene inviato il 3° sollecito di pagamento
    –          Stato del credito D: al cliente viene inviata la diffida del legale che parte dopo 30 gg il sollecito C
    –          Stato del credito R: il cliente è in affido alla Società di recupero crediti
    –          Stato del credito T: per il cliente è stato azionato il decreto ingiuntivo/precetto
  4. È possibile bloccare i solleciti di pagamento o eventuale azione di recupero da parte della società di recupero crediti?
    Solo ed esclusivamente nel caso in cui il cliente sottoscriva un piano di rientro, con date e importi stabiliti. Il piano di rientro dovrà essere sottoposto all’attenzione all’Ufficio crediti (crediti@paginesi.it) che valuterà la dilazione e se la riterrà valida, richiederà poi la sospensione /monitoraggio alla società di recupero crediti.
  5. Il Cliente ha cessato l’attività: cosa deve fare per segnalarlo?
    Inviare la documentazione di avvenuta cessazione attività alla mail PEC servizioclienti@pecpaginesi.it.
  6. Cosa significa rinnovo tacito?
    Il contratto si rinnova automaticamente, per il periodo inizialmente stabilito come da contratto, solo nel caso in cui sia stata barrata la casella del modulo A che indica “rinnovo tacito”.
  7. Il Cliente può inviare disdetta per un contratto annuale o pluriennale senza rinnovo tacito?
    Per i contratti a scadenza automatica (solo annuali o solo biennali, senza rinnovo tacito) non è prevista la facoltà di recesso. I contratti decadranno alla scadenza naturale
  8. Quali sono le modalità di disdetta per i contratti a rinnovo tacito?
    Per i contratti a rinnovo tacito la disdetta dovrà essere inviata tramite raccomandata A/R (all’indirizzo Piazza San Giovanni Decollato n. 1 (05100) Terni (TR)) o via pec all’account di posta elettronica certificata al nostro indirizzo pec servizioclienti@pecpaginesi.it, entro 90 gg la scadenza del rinnovo.
  9. Cosa sono le spese di incasso?
    Sono spese bancarie legate all’emissione dell’addebito SEPA o RI.BA, che ammontano da € 2,00 a € 3,00 per ognuna delle scadenze di pagamento previste.